Finanziamenti Personali
Header
Finanziamenti Personali
Header

Sempre più sovente si sente dire, anche dalle più alte cariche dello Stato, che la valorizzazione del lavoro della donna è una delle chiavi per superare le attuali difficoltà economiche. A sostegno di questa tesi sono stati istituiti dei finanziamenti in favore dell’imprenditoria femminile, ciò rappresenta un’importante possibilità, offerta dalle regioni italiane e finanziata dal Fondo Europeo, per le imprenditrici valide e con idee innovative.

I requisiti per accedere a tali finanziamenti

1- La presenza della componente femminile nella compagine societaria, con paramentri da mantenere per almeno 5 anni, in particolare in riferimento a:

a) società di persone o cooperative composte almeno al 60% da donne;

b) società di capitali in cui le donne detengono almeno i 2/3 delle quote di partecipazione;

c) ditte individuali amministrate da donne.

2- Parametri dimensionali e patrimoniali dell’impresa che ne faccia richiesta:

a) numero dei dipendenti inferiore a 50;

b) ricavi dalle vendite annue non superiori a 5 milioni di euro e totale dell’attivo inferiore ai 2 milioni di euro.

3- Settore di appartenenza dell’impresa: manifatturiero e assimilati, agricolo, turistico, dei servizi e del commercio. Limitazioni sono invece imposte alle imprese: siderurgiche, di costruzioni, automobilistiche, produttrici di alimenti, di bevande e tabacco.

Finanziamenti Europei fondo perduto

Finanziamenti Europei a fondo perduto

Le tipologie di finanziamento erogabili

Innanzi tutto il contributo a fondo perduto, ossia che una parte del finanziamento richiesto sarà concesso senza l’obbligo di restituzione, per quanto attiene all’importo e alle modalità di erogazione ci si basa sulle norme vigenti nella regione sede dell’impresa.

In secondo luogo il finanziamento agevolato, ovvero un prestito al tasso dello 0,5% con piano di ammortamento per il rimborso al massimo decennale, ottenibile sia per la parte eccedente dell’eventuale contributo a fondo perduto accordato che per l’intero importo richiesto.

Infine, il credito d’imposta che consente la detrazione di taluni costi dall’imposta lorda scaturente dalla dichiarazione dei redditi.